.:.
« »

Commenti

One Response to %2$s

  1. Pingback: IL BATTICUORE DEGLI PSICOLOGI | NewsPsicologia.com

  2. Al di là della soddisfazione perché finalmente sembra almeno simbolicamente sia stata recepita una necessità, leggendo più a fondo, nel concreto mi sembra di notare due cose:

    1) nessun “posto di lavoro” verrà presumibilmente liberato per questa attività, infatti il Veneto utilizzerà personale già impiegato.
    2) Mi sembra da ciò che leggo che chi ha formulato il progetto regionale non abbia ben chiaro cosa faccia uno psicoterapeuta. Dato che si parla di psicologi psicoterapeuti ovviamente e non di psicologi e basta. Qualcuno ha informazioni diverse in tal senso?
    3) lo psicoterapeuta si occupa di patologie psichiatriche a differenza di quanto affermato nel progetto regionale: ciò risulta evidente nelle parole <>

    Anche perché non si capisce altrimenti cosa sarebbero queste:
    “Lunga è la lista delle prestazioni effettuabili dallo “Psicologo di Base” e l’elenco dei disturbi da considerare: disturbi d’ansia, dell’umore, dell’adattamento, del sonno, della dipendenza in esordio da alcool o droghe e da gioco, disturbi depressivi transitori (come post diagnosi, lutti, post partum), da stress lavoro correlato, cognitivi in esordio; reazioni post traumatiche da stress (lutti, malattie, violenza); problemi relazionali e familiari; problematiche genitoriali, relazionali, di coppia e della sfera sessuale; problematiche degli stili di vita legate a malattie croniche.” (dal sito Regione Veneto)

    Hai voglia a dire che lo psicologo di base si occupa solo di situazioni difficili pre-morbose: e che sono queste sopra?

    Insomma, certamente l’iniziativa, dal titolo, potrebbe essere lodevole ma va certamente approfondito il senso e il contenuto di ciò che si sta facendo affinché non si trasformi in una macchietta.

  3. Pingback: [Preview] Vuoi lo psicologo di base? Non volerlo! | SenzaCamice

  4. Pingback: Vuoi lo psicologo di base? Allora non volerlo! | SenzaCamice

  5. Da psicologa non psicoterapeuta concordo appieno con l’osservazione di Alessandro. Praticamente tutti gli ambiti citati, fatta salva la valutazione dello stress lavoro correlato, fanno riferimento ad attività che solo un terapeuta può svolgere.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>