.:.

Il cambiamento climatico

Gli eventi meteorologici estremi indubbiamente hanno sempre colpito l’umanità e fanno parte del nostro patrimonio di rapporto con la natura. Luca Mercalli ci spiega come sono cambiati i fenomeni climatici e la reazione dell’uomo ad essi; cosa bisogna fare per muoversi verso una prospettiva sostenibile per il pianeta e come i comportamenti individuali di ognuno di noi influiscano quanto le grandi decisioni della politica internazionale.

Fonte: www.cadoinpiedi.it

Climatologo, presiede la Società Meteorologica Italiana e dirige la rivista Nimbus (www.nimbus.it). Si occupa inoltre di sostenibilità ambientale, limiti della crescita, energie rinnovabili e geografia alpina. Ha curato circa 100 pubblicazioni scientifiche, 1100 articoli divulgativi su quotidiani e riviste, è stato editorialista per La Repubblica e ora a La Stampa, incarichi di docenza all’Università e al Politecnico di Torino e allo IUAV di Venezia, un migliaio di conferenze in Italia e all’estero e centinaia di interventi radiotelevisivi, tra cui la partecipazione nello staff di Che tempo che fa (Rai3) e TGR Montagne (Rai2). Tra i suoi ultimi libri: Filosofia delle Nuvole (Rizzoli), Che tempo che farà (Rizzoli), Viaggi nel tempo che fa (Einaudi), Prepariamoci (Chiarelettere)
Category : Blog.
« »

Commenti

One Response to %2$s

  1. Anna Pichierri says:

    La verita’ sul cambiamento climatico e su come stiamo gettando il nostro pianeta in un disastro causato dall’uomo non emerge in maniera onesta in questo intervento. A Doha, in Qatar, dove si e’ tenuta 4 settimane fa la XVIII conferenza sul clima per la prima volta si e’ parlato di risarcimenti che i paesi ricchi devono sottoscrivere per compensare i disastri ambientali causati in diversi paesi in via di sviluppo. Ancora piu’ interessante e’ stata la presenza di un movimento climatico di massa, costituito da diverse organizzazioni no-profit che ha fatto chiare richieste di cambiamento nelle decisioni politiche dei governi e lotta per una reale azione politica necessaria a risolvere il problema della crisi ambientale. Di questo abbiamo bisogno e non del cinismo di scienziati venduti alle lobby.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>