.:.
« »

Commenti

One Response to %2$s

  1. Pingback: Pillola rossa/Pillola blu: il nuovo CNOP | SenzaCamice

  2. Rosaria says:

    tre questioni calde che attraversano trasversalmente la professione:
    a) Formazione (universitaria e post universitaria)
    b) Tutela della professione
    c) Disoccupazione e Sviluppo della professione
    _________ Sul primo punto __________
    a) Formazione (universitaria e post universitaria)
    Ada, sono d’accordo con le tue osservazioni che condividono in parte il programma del CNOP (cmq con delle perplesistà) eccetto che in relazione alla riduzione del Tirocinio a 6 mesi perché – (forse sono stata una Donna Fortunata rispetto ad altri) – ma io dal tirocinio ho ricevuto moltissimo e quindi ritengo che possa essere accettabile tale riduzione e possa avere significato valido SOLO se nel corso dei 5 anni si inserisce come iter formativo essenziale e obbligatorio anche l’aspetto della “formazione sul campo” (alis Tirocinio) a partire dal 3° anno di corso …
    L’Università italiana (almeno per quanto riguarda la Psicologia e ovviamente parlo per la SUN dove mi sono laureata con V.O.) offre basi Teoriche anche superiori a quelle offerte da altre Università estere dove però le Basi di Operativtà sul Campo sono di gran lunga superiori ed accompagnano lo studente nel percorso accademico (e senza costi aggiuntivi!! nemmeno assicurativi extra) .
    Non parlo teoricamente ma per aver sperimentato ciò con un Erasmus in Spagna e l’esperienza è stata davvero “formativa” … molti dei metodi operativi che da noi in Italia vengono forniti da formazione post lauream, in Spagna li ho acquisiti all’interno di corsi di esami sostenuti … A mio avviso, il PROBLEMA per cui questo aspetto di formazione sul campo (appunto attraverso il tirocinio) che sia parte integrante del corso di laurea resta appunto il Post Lauream offerto dalle Scuole “PRIVATE” (e ad alti costi) di Psicoterapia che verrebbero svuotate anche di determinati aspetti che in effetti trattano sostituendosi a quella che dovrebbe essere una formazione in Università Pubbliche in psicologia ed a prescindere dal titolo di psicoterapeuta che offrono tali scuole private … ma qualificanti la Professione dello Psicologo … A questo punto però davvero il discorso si allarga molto di più del prevedibile in quanto diventa un discorso Economico e Politico inserito nell’andamento generale del sociale italiano e merita riflessioni molto più ampie di quelle che posso condividere con Te nello spazio limitato di un “coomento FB” …[sul sito avrei voluto commentare ma non ho trovato lo spazio per poterlo fare ... che asina che sono! ]
    MA un’altro aspetto a cui vorrei accennare pè anche quello che viene considerato nelle Linee Programmatiche [penultimo capoverso della pag.1 del pdf] e precisamente:
    <>
    ED IO SONO d’ACCORDO … però vorrei sapere se a coloro che tale formazione hanno seguito ed oggi sono Colleghi iscritti all’Albo A cosa verrà richiesto per equipararsi alla formazione PRE On-Line e POST On-Line ? … suppongo nulla … La questione mi pare sia stata semplicemente sfiorata … d’altra parte anche queste sono formazioni professionali a più “alto costo” e private … E SONO SINTETICA su questo argomento che si ricollega al precedente Pubblico-Privato a cui prima ho fatto accenno rispetto alle Scuole di Formazione post lauream … Mi fermo qui davvero… sarà un piacere parlarne da vicino sempre che riusciremo ad incontrarci per quel famoso Caffé … BUONA Giornata a Te!

  3. Rosaria says:

    tre questioni calde che attraversano trasversalmente la professione:
    a) Formazione (universitaria e post universitaria)
    b) Tutela della professione
    c) Disoccupazione e Sviluppo della professione
    _________ Sul primo punto __________
    a) Formazione (universitaria e post universitaria)
    Ada, sono d’accordo con le tue osservazioni che condividono in parte il programma del CNOP (cmq con delle perplesistà) eccetto che in relazione alla riduzione del Tirocinio a 6 mesi perché – (forse sono stata una Donna Fortunata rispetto ad altri) – ma io dal tirocinio ho ricevuto moltissimo e quindi ritengo che possa essere accettabile tale riduzione e possa avere significato valido SOLO se nel corso dei 5 anni si inserisce come iter formativo essenziale e obbligatorio anche l’aspetto della “formazione sul campo” (alias Tirocinio) a partire dal 3° anno di corso …
    L’Università italiana (almeno per quanto riguarda la Psicologia e ovviamente parlo per la SUN dove mi sono laureata con V.O.) offre basi Teoriche anche superiori a quelle offerte da altre Università estere dove però le Basi di Operativtà sul Campo sono di gran lunga superiori ed accompagnano lo studente nel percorso accademico (e senza costi aggiuntivi!! nemmeno assicurativi extra) .
    Non parlo teoricamente ma per aver sperimentato ciò con un Erasmus in Spagna e l’esperienza è stata davvero “formativa” … molti dei metodi operativi che da noi in Italia vengono forniti da formazione post lauream, in Spagna li ho acquisiti all’interno di corsi di esami sostenuti … A mio avviso, il PROBLEMA per cui questo aspetto di formazione sul campo (appunto attraverso il tirocinio) che sia parte integrante del corso di laurea resta appunto il Post Lauream offerto dalle Scuole “PRIVATE” (e ad alti costi) di Psicoterapia che verrebbero svuotate anche di determinati aspetti che in effetti trattano sostituendosi a quella che dovrebbe essere una formazione in Università Pubbliche in psicologia ed a prescindere dal titolo di psicoterapeuta che offrono tali scuole private … ma qualificanti la Professione dello Psicologo … A questo punto però davvero il discorso si allarga molto di più del prevedibile in quanto diventa un discorso Economico e Politico inserito nell’andamento generale del sociale italiano e merita riflessioni molto più ampie di quelle che posso condividere con Te nello spazio limitato di un “commento” …
    MA un’altro aspetto a cui vorrei accennare è anche quello che viene considerato nelle Linee Programmatiche [penultimo capoverso della pag.1 del pdf] e precisamente:
    * – E in questo contesto, non è affatto accettabile che il percorso formativo accademico per il conseguimento di un diploma di laurea professionalizzante, qual’é quello in psicologia, possa essere proposto per via informatica, on – line – *
    ED IO SONO d’ACCORDO … però vorrei sapere se a coloro che tale formazione hanno seguito ed oggi sono Colleghi iscritti all’Albo A cosa verrà richiesto per equipararsi alla formazione PRE On-Line e POST On-Line ? … suppongo nulla … La questione mi pare sia stata semplicemente sfiorata … d’altra parte anche queste sono formazioni professionali a più “alto costo” e private … E SONO SINTETICA su questo argomento che si ricollega al precedente Pubblico-Privato a cui prima ho fatto accenno rispetto alle Scuole di Formazione post lauream … Mi fermo qui davvero… sarà un piacere parlarne da vicino sempre che

  4. Pingback: Di Cnop in Cnop: quale futuro per la professione? | SenzaCamice

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>