.:.

Report del 12 Luglio 2010

fonte: http://nicolapiccinini.it/report-del-12-luglio-2010/2010/07/

Pronti, attenti, via. Sarà il caldo, sarà che è l’ultimo Consiglio prima delle vacanze, ma subito si intuisce che il tutto verrà gestito in modalità lampo. E difatti in “sole” 3 ore e poco più si riesce a deliberare su tutti i punti all’OdG… poco importa se su alcuni non c’è praticamente stato modo di sviluppare un adeguato – ed alle volte “civile” – confronto e dibattito! C’era da correre…

La Presidente Zaccaria di Cultura e Professione specifica subito in apertura che la mia proposta di attivare una campagna marketing su Bus e Metro di Roma non può  essere messa all’OdG in quanto non aveva a supporto un sufficiente numero di consiglieri firmatari (sarà per il fatto che sono l’unico e solo consigliere di AP all’Ordine?!?), e comunque anche nella forma non ha rispettato quanto previsto dal regolamento dell’OPLazio. Da ultimo fa anche notare che il costo dell’operazione era sensibilmente differente rispetto a quello inizialmente prospettato (ho specificato che: 1) i listini erano aumentati di prezzo, 2) la campagna era comunque molto corposa e ritarabile, 3) la cifra rimane comunque irrisoria rispetto agli oltre due milioni di euro che annualmente entrano nelle casse dell’OPLazio).

Che dire? Per quanto mi riguarda, dovrò sicuramente sforzarmi di entrare nella cultura e burocrazia di questo elefante istituzionale. Ha le sue regole e procedure, che sono sicuramente differenti nei modi e nei tempi dalle mie. Pace, ho voluto la bici ed ora mi impegnerò a pedalare.
Detto ciò, è altrettanto vero che l’apparato burocratico, i suoi lacci e lacciuoli può, all’occorrenza, essere usato come strumento politico dalla maggioranza.

Come uscirne? Semplice: provando a ripresentare per settembre p.v. la proposta secondo tutti i crismi previsti dal regolamento Arrivare a zero-zone-d-ombra per obbligare tutti e 15 i consiglieri sul voto alla proposta. Ora non ha più vizi di forma, a voi la responsabilità di sostenerla o bocciarla… e nel caso motivate a me ed ai 16.000 iscritti il motivo di questa vostra scelta!

La Zaccaria continua la carrellata di aggiornamenti. Cito quelli più significativi:

  • Inviata una lettera all’On. Antonino Foti circa la sua proposta di legge sull’istituzione della figura dello Psicologo di Base con accesso a medici. Avevo segnalato la questione nel precedente consiglio e trovate maggiori dettagli in questo articolo,
  • L’OPLazio ha vinto la sentenza sulla questione IRAP
  • L’Ordine dei Commercialisti del Lazio ha rigettato la proposta di convenzione (che proposi qualche mese addietro) in quanto non in linea con le finalità istituzionali dell’Ordine. La Zaccaria, che ha gestito l’interlocuzione, si è rapportata solo per scambi epistolari. Si è detta comunque motivata a riproporre l’iniziativa ai vari Ordini provinciali ed alle associazioni di categoria presenti nella regione Lazio. Io aggiungerei: oltre alle letterine, non sarebbe utile avere anche confronti dal vivo o telefonici? Non fosse mai…
  • Rispetto invece alle colleghe del carcere di Rebibbia che hanno segnalato all’OPLazio l’impossibilità di accedere alle cartelle cliniche dei detenuti, anche qui la Zaccaria aveva inviato la lettera al Direttore di Rebibbia. La risposta è arrivata puntuale e ci da un due di picche, così la Zaccaria ci informa che adesso invierà una nuova letterina al Garante dei detenuti.
  • Si sono iscritti 34 nuovi colleghi all’Albo e 43 sono diventati psicoterapeuti. Caruccio: il numero di psicoterapeuti formati in questo mese supera di lunga il numero di psicologi iscritti… poi si parla di saturazione dell’offerta ehehehe

NUMERO DI DIPENDENTI IN OPLAZIO
Da ultimo ci informa che il CNOP, nella scorsa riunione, ha accettato la proposta di revisione della pianta organica dell’OPLazio che prevede il passaggio da 21 dipendenti a 24, se non erro. La volta scorsa votai a favore di questa proposta proveniente dalla maggioranza, poi causalmente sono venuto a sapere che l’Ordine Veneto ha circa 4 dipendenti per circa 7000 iscritti, l’Ordine Lombardia ha circa 10 dipendenti per circa 12 iscritti… beh… i conti non tornano!
Ho quindi chiesto perché il Lazio, con 16000 iscritti, ne ha 21 ed addirittura vuole passare a 24. Mi è stato detto che 3 o 4 in realtà sono “fuori gioco”… va bene, ma rimangono rapporti sbilanciati… Rifacendoci al Veneto dovremmo averne 9, rifacendoci alla Lombardia dovremmo averne 14. Potrebbe essere che alcuni aspetti organizzativi e procedure interne all’OPLazio non siano ottimizzate e necessitino più personale del dovuto? Guai a chiederlo… l’OPLazio pare lavori estremamente bene su tutto il fronte! Rimane la controprova matematica per i più scettici…

SELEZIONI PER INCARICHI
La SIPAP ha fatto inserire il punto all’OdG “Delibera per la costituzione
di un Gruppo di lavoro che stabilisca i criteri per la selezione degli iscritti che rappresentino l’Ordine negli Organismi esterni
”. In pratica l’Ordine Lazio viene chiamato da Istituzioni e deve fornire riferimenti di professionisti, oppure deve attivare commissioni per tirocini ed esami di stato o altro ancora, in tutte queste situazioni l’OPLazio contatta principalmente nominativi afferenti alle reti di conoscenze della maggioranza in carica. La SIPAP, ed anche il sottoscritto, hanno invece piacere a sviluppare un sistema più equo e trasparente che – tutelando la qualità della prestazione erogata – offra a tutti i colleghi con i requisiti in regola pari opportunità di prendere parte all’iniziativa.
Ovviamente la proposta non è stata sostenuta dai voti della maggioranza Cultura e Professione, con la motivazione che il sistema di coinvolgimento va bene così com’è e che altrimenti diverrebbe troppo pesante e difficile da gestire. Se lo dicono loro…

NOTIZIARIO ON LINE
La SIPAP chiede di inserire nuovamente all’OdG una richiesta di indagine tesa a capire quanti colleghi vogliono il Notiziario in cartaceo e quanti invece in digitale. La Barbato, fra l’altro, precisa che non chiedono di stravolgere completamente la gestione del Notiziario cartaceo, ma semplicemente di cominciare ad esplorare opzioni differenti.
La maggioranza di Cultura e Professione ovviamente ha bocciato in blocco la proposta, negando quindi a monte qualsiasi possibilità di conoscere il punto di vista dei colleghi. Complimenti…

SEMINARI DEL SABATO
La Zaccaria ha poi presentato la bozza di programma dei seminari del sabato per l’autunno a venire. Si tratta di 12 incontri su 3 temi in particolare: ambiente, lavoro e famiglia. Mi sono proposto anch’io con un seminario sul Personal Marketing per lo psicologo libero professionista… vediamo

SOFTWARE CRM
Nei prossimi mesi l’OPLazio si doterà di un software di CRM (Customer Relationship Management), un prezioso strumento per gestire al meglio i flussi informativi e la relazione dell’Ordine con gli iscritti. Ho preso atto con piacere che è stata presa in esame la mia segnalazione di software, tra i diversi concorrenti coinvolti, ed addirittura è stata alla fine scelta, generando un significativo risparmi rispetto alle altre offerte. Si tratta del prodotto http://www.openerp.com/, un software open source leader nel settore CRM.

Poco altro… si andava di fretta… tutto veloce, tutto deciso, tutto votato in blocco… nel bene e nel male. Faceva parecchio caldo. E così, buona estate a tutti, ci rivedremo a metà settembre!

Tra consiglieri, ovviamente… qui sul blog continueremo a sentirci eccome eheheh

Bouna vita
Nico

Aiuto gli psicologi nell’avvio e promozione della loro attività libero professionale o associativa. Psicologo Sociale, docente e consulente in personal marketing per lo psicologo, social media, sviluppo web, avvio d’impresa. Fondatore di Liquid Plan srl, Obiettivo Psicologia srl, Associazione Altra Psicologia. Consigliere Ordine Psicologi Lazio.
Category : Ordine Psicologo Lazio.
« »

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>