.:.

Ricerca come motore di sviluppo

Ci sono diverse aree della Psicologia potenzialmente emergenti su cui non si fa ricerca e non si costruisce quindi un bagaglio di conoscenze, competenze e strumenti utili a potersi proporre con autorevolezza, credibilità ed efficacia. Ecco alcuni esempi:

  • Terzo settore
  • Psicologia giuridica e forense
  • Marketing e comunicazione
  • Psicologia dello sport
  • E-learning e formazione on line
  • Consulenza psicologica on line
  • Psicologia oncologica
  • Psicologia del benessere e della salute
  • del traffico, del turismo, dell’arte, ecc…

Fare ricerca & sviluppo, produrre conoscenza, significa offrire nuove opportunità alla categoria professionale. L’azione di ricerca deve ovviamente andare in parallelo con politiche formative di qualità  e efficaci azioni di promozione della professione

Qui di seguito alcune possibili azioni da intraprendere:

  • l’Ordine deve sviluppare contatti con strutture, enti ed organizzazioni per proporre progetti di ricerca che restituiscano a loro della conoscenza, immagine e valore aggiunto, mentre a noi psicologi credibilità e strumenti affinati da andare poi a “rivendere” in altri contesti;
  • valorizzare il rapporto di collaborazione con l’Università e con l’ambiente dei ricercatori. Questi ultimi in particolare devono ricevere una maggiore attenzione ed un maggior sostegno; in quanto esperti di ricerca e di metodologia, dovrebbero essere coinvolti nei progetti che l’Ordine porta avanti;
  • l’Ordine deve coinvolgere gli iscritti (sia professionisti – che apportano esperienza e competenze – che più giovani – che apportano entusiasmo e voglia di fare) nei progetti di ricerca attivati;
  • finanziare progetti di ricerca su aree emergenti che possano offrire nel breve termine opportunità occupazionali. I finanziamenti possono essere dati da budget dell’Ordine, ma soprattutto grazie al reperimento di sponsor esterni e privati.
  • favorire la nascita di società scientifiche, autonome e autorevoli che funzionino come centri di ricerca ed elaborazione di soluzioni nuove a problemi socialmente emergenti. Far emergere socialmente un problema, individuarlo, analizzarlo e diffonderlo, significa creare un bisogno sociale e quindi una nuova domanda di Psicologia.
  • attivare partnership con rinomate e serie associazioni di categoria e università straniere. Oltre ad offrire nuovi stimoli e conoscenze, darebbe anche la possibilità di accedere a fondi europei ed altre tipologie di finanziamento.
  • sostenere la diffusione di conoscenza. In Italia, ad esempio, abbiamo poche riviste di Psicologia, spesso non conosciute neppure dai colleghi o anche di mediocre levatura. Molto viene fatto artigianalmente con i quaderni interni alle varie Scuole di Psicoterapia, ma di certo non è sufficiente. Sostenere la diffusione di conoscenza su riviste serie, significa dare prestigio alla Psicologia e favorire l’aggiornamento dei colleghi

Categoria: Elezioni DIC 2005

TAG: , ,

« »

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>