.:.

Un Test e una Batteria di Pentole in omaggio

Questa l’iniziativa di “Costruire Previdenza” per incentivare il voto!

Avete presente quelli che vi chiamano per invitarvi al classico weekend gratuito in qualche alberghetto sulla riviera romagnola? Quelli che, quando arrivate sul posto tutti contenti, vi vogliono rifilare la batteria di pentole e la poltrona massaggiante, il tutto ad un modico prezzo?

Bene: in queste elezioni si vede pure questo: da una parte l’ENPAP, che attraverso il suo presidente fa sapere che siccome gli ordini non hanno mail collaborato con loro, allora adesso le elezioni si fanno in albergo e non presso le loro sedi… “Thiè, così impari!” Si diceva una volta, quando avevamo tutti meno di quattordici anni.

Fra adulti che appartengono ad una stessa categoria professionale, logica vorrebbe che le istituzioni collaborassero. Non per un’etica astratta, per carità: di quella ormai non v’è traccia in nessun luogo. Ma almeno per vile denaro? Rispondete a una domanda: immaginate di avere una fabbrica che produce tappi di sughero, e vostro cugino ne ha una che produce bottiglie… sarebbe più conveniente collaborare (ad esempio, mettendo insieme pubblicità, attività, qualche investimento) oppure competere?

Beh, le nostre istituzioni competono. Ma non nel senso liberista del termine: non è la competizione sana che fa crescere la redditività… no, si azzuffano come galline al mercato.

Ma invece che al mercato, lo fanno negli alberghi elettorali.

Già, perché di alberghi si tratta: l’ENPAP decide che le sedi degli ordini non vanno bene, allora gli ordini s’incazzano. Nel frattempo, l’AUPI (alias la lista di candidati all’Enpap “Costruire Previdenza”) organizza (direttamente o sotto mentite spoglie) dei convegnini negli stessi alberghi e negli stessi giorni delle elezioni, all’insaputa di tutti.

In cambio di un test gratuito per la valutazione dello stress aziendale, o simili, non chiedono nulla: per la professione, lo fanno! Certo… come quelli che ti regalano il soggiorno in albergo: in cambio devi dare solo la tua attenzione alla batteria di pentole, al vibromassaggiatore, alla macchina da caffè espresso…

E qui, basta che stai attento a votare loro:

quelli che si svegliano solo con le elezioni;

quelli che non fanno la libera professione perché sono pubblici dipendenti;

quelli che si comprano i voti con i convegni gratis;

quelli che hanno raccattato a destra e manca giovani colleghi precari per svecchiare l’immagine del loro sindacato, promettendo in cambio caramelle;

quelli che hanno ridotto l’ENPAP ad un colabrodo, ed ora dicono che non c’erano;

quelli che parlano di trasparenza, ma in 12 anni non hanno pubblicato un solo verbale, un solo registro presenze, una sola tabella degli stipendi…

Insomma… ormai si raccattano voti pure nei cessi.

E diamogli ‘sto voto, allora:

tanto fra qualche anno questi se ne andranno in pensione…

INPS, naturalmente: e che pensavate?

Dell’ENPAP loro vogliono solo lo stipendio!

Federico Zanon

Ho 37 anni, due figli, sono laureato in Psicologia e in Filosofia e per mestiere faccio lo psicologo. Anche se la psicologia mi piace, non sono mai riuscito a considerarla una metafora completa per i bizzarri fatti della vita. Per questo mi piace interessarmi di tutto quello che mi attrae: filosofia, economia, arte, cucina, letteratura di viaggio. Da circa un anno tengo un blog sulla previdenza: presa dal verso giusto non è affatto noiosa, ma è una buona finestra da cui osservare i fatti del nostro paese. Il mio profilo su Elezioni ENPAP: http://www.elezionienpap.it/federico-zanon/ Blog: www.federicozanon.eu Twitter: @federicozanon

Categoria: ENPAP

TAG: , , ,

« »

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>